Come comportarsi in caso di Incidente Stradale

Come compilare il C.A.I.

Una delle prime attività indispensabili al fine di ottenere il risarcimento del danno subito a seguito di sinistro stradale da parte del Responsabile Civile è l’immediata compilazione del C.A.I. (constatazione amichevole di incidente). 

Laddove sia stata constatata la piena responsabilità di uno o più soggetti coinvolti nel sinistro, potrà essere compilato il C.A.I. che dovrà essere sottoscritto dai conducenti dei mezzi coinvolti. 

Il modulo CAI è importante perché riduce i tempi di gestione del sinistro e del risarcimento, oltre a chiarire l’effettiva dinamica dell’incidente.

Nel CAI dovranno essere inseriti i seguenti dati: 

  • nome e cognome del proprietario e dei conducenti dei mezzi coinvolti e le rispettive Compagnie Assicurative; 
  • la data e l’orario dell’incidente stradale;
  • nome e cognome di  eventuali testimoni;
  • indicare se ci sono feriti e le loro generalità; 
  • indicare se c’è stato l’intervento delle Forze dell’Ordine e quali forze sono intervenute.

 

Nel riquadro in basso della prima pagina del CAI dovrà essere rappresentata con un disegno, in maniera chiara ed inequivocabile, la dinamica dell’incidente.

La compilazione e consegna presso le rispettive Compagnie assicurative del modulo CAI sono necessarie al fine di denunciare il sinistro stradale occorso nonché come documentazione probante la dinamica dell’incidente.

Trattandosi di n.4 copie, ogni conducente dovrà averne n.2, una per se ed una da consegnare alla propria Compagnia assicurativa.

Tale adempimento dovrà essere effettuato entro 3 giorni dal sinistro (termini non perentori), allegando una copia del modulo compilato e sottoscritto alla richiesta di risarcimento del danno.

In caso di incidente stradale tra due mezzi dovrà essere utilizzato un modello CAI, oppure due modelli se nel sinistro sono coinvolti tre veicoli e così via.

Se il modulo CAI viene firmato da entrambi i conducenti, oltre a valere quale “denuncia” del sinistro, vale anche come “accordo” tra le parti circa la dinamica dell’incidente stradale con le relative responsabilità, e sarà molto più semplice e veloce ottenere il risarcimento.

Data l’importanza di questo documento, è consigliabile avere sempre una copia del modello CAI all’interno della vettura per poterlo utilizzare in qualsiasi momento.

Il modulo CAI potrà essere agevolmente richiesto presso la propria Compagnia Assicurativa, oppure potrà essere facilmente scaricato dal nostro sito, cliccando sul seguente link: Modulo C.A.I.

 

Richiesta di intervento delle forze dell’ordine

E’ sempre importante, in caso di incidente stradale, richiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine (Polizia Locale,Polizia Stradale, Carabinieri), soprattutto quando si tratta di incidenti gravi e con feriti e laddove le parti non abbiano sottoscritto il modulo C.A.I. e quindi non vi sia chiarezza sulle responsabilità nell’incidente stradale occorso.

Le Forze dell’Ordine intervenute redigono “verbale di sopralluogo”,completo di planimetria, dinamica, fotografie, testimonianze.Tale documento viene reso disponibile alle parti coinvolte nell’incidente nei giorni successivi l’accaduto. 

In presenza di feriti, il verbale potrà essere disponibile non prima che siano trascorsi 90 giorni dall’incidente. 

In caso di sinistro stradale mortale (o con presenza di feriti gravi) servirà, per il ritiro, il “nulla osta” rilasciato dalla Procura della Repubblica competente.

L’intervento delle Forze dell’Ordine rafforza la pretesa risarcitoria anche quando vi sia la sottoscrizione da parte di entrambi i conducenti del CAI, in quanto le compagnie assicurative dei mezzi coinvolti potrebbero contestare la dinamica dell’incidente eccependo l’incompatibilità del danno lamentato, ovvero l’inesistenza del sinistro. Pertanto, in caso di  incidente stradale, è consigliabile richiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine.

La documentazione fotografica

La documentazione fotografica ritraente i veicoli coinvolti al momento dell’incidente con:

  • luoghi;
  • auto coinvolte e circostanti;
  • segnaletica orizzontale e/o verticale nel luogo del sinistro;
  • targhe di veicoli;
  • particolari dei danni; 
  • eventuali tracce di frenata;

 

Tale documentazione potrà essere utilizzata sia in sede stragiudiziale, sia in sede giudiziale.

Tale prova fotografica rafforza la pretesa risarcitoria anche nel caso vi sia la sottoscrizione da parte di entrambi i conducenti del CAI, in quanto le compagnie assicurative dei mezzi coinvolti potrebbero contestare la dinamica dell’incidente eccependo l’incompatibilità del danno lamentato, ovvero l’inesistenza del sinistro. 

Pertanto è sempre consigliabile documentare fotograficamente il sinistro.

Documentazione testimoniale

Le dichiarazioni testimoniali assumono un ruolo determinante al fine di ottenere il risarcimento del danno a seguito di sinistro stradale, soprattutto quando non ci sia accordo tra le parti sulle relative responsabilità.

Le testimonianze andranno compilate con: 

  • le generalità del testimone;
  • la data, l’orario e la dinamica dell’incidente; 
  • le targhe dei mezzi coinvolti. 

Dovranno poi  essere allegati documento di identità e codice fiscale del testimone. Le dichiarazioni testimoniali potranno essere utilizzate sia in sede stragiudiziale che giudiziale.

Le dichiarazioni testimoniali rafforzano la pretesa risarcitoria anche laddove vi sia la sottoscrizione da parte di entrambi i conducenti del CAI, in quanto le compagnie assicurative dei mezzi coinvolti potrebbero contestare la dinamica dell’incidente eccependo l’incompatibilità del danno lamentato ovvero l’inesistenza del sinistro.